La mastoplastica additiva è un’operazione che si effettua in anestesia generale o locale, si pratica un’incisione nella parte inferiore dell’areola, la parte più scura che circonda il capezzolo, è la via d’accesso per inserire le protesi. L’ aumento del seno, come qualsiasi trattamento di chirurgia estetica, è una procedura invasiva. Eseguita in anestesia generale, in regime di day hospital o con una notte di ricovero in clinica, richiede una adeguata preparazione.

La procedura di mastoplastica più comunemente utilizzata e più comunemente richiesta per aumentare il volume delle mammelle è quella che prevede l’impianto di protesi mammarie. In un intervento di mastoplastica additiva il chirurgo crea una tasca in cui vengono inserite le protesi. La posizione delle protesi viene decisa in base all’anatomia della paziente, alla sua età e alle sue esigenze. L’incisione è piccola e si esegue intorno all’areola mammaria, nel solco sottomammario o, più raramente, a livello del cavo ascellare.

L’intervento di mastoplastica additiva si esegue in anestesia generale e con le moderne tecniche di chirurgia plastica, l’intervento di mastoplastica additiva ha una durata di circa 60-90 minuti circa. A 48 ore dall’intervento, e per i 3-4 giorni successivi, si consiglia di indossare un apposito reggiseno, per favorire il corretto posizionamento delle protesi. Le cicatrici esito di un intervento di mastoplastica additiva con impianto protesi mammarie possono essere: 

  • intorno alla metà inferiore delle areole 
  • a livello del solco sottomammario 
  • nel cavo ascellare 

L’accesso chirurgico oggi più utilizzato nella chirurgia estetica del seno con l’impianto di protesi mammarie, e che consente risultati migliori e meno problemi successivi, è a livello del solco sottomammario. Le cicatrici sono comunque di pochi centimetri e generalmente di buona qualità. Oggi la mastoplastica additiva è un intervento sicuro e molto prevedibile anche se la paziente dovrà essere consapevole che del fatto che negli interventi chirurgici un margine di imprevedibilità rimane sempre.