Probabilmente non c’è un format preciso che ci permetta di identificare un’osteria romana Milano o una trattoria, ma ospitalità, gestione familiare, arredamento sobrio, prezzi popolari e una cucina domestica che mira a valorizzare il territorio sono tra i capisaldi con cui vengono percepite nell’immaginario collettivo.

Ristrutturazione dopo ristrutturazione, ampliamento dopo ampliamento, Osteria Romana Milano vanta oggi 5 sale: la sala Giulio, la Fraschetta, “un ambiente a me tanto caro e del tutto simile alla Fraschetta viterbese di mamma Gisa”, la Quinta, il Convivio, con un unico lungo tavolo dove tra commensali si ricrea quell’atmosfera gioviale di un tempo, quando si divideva il tavolo con gli avventori dell’osteria romana Milano anche non conosciuti. Infine, la Stalla, la sala che rappresenta al meglio l’animo viaggiatore dell’Oste Romano, con le atmosfere fusion, tra contemporaneità e tradizione, un bancone all’americana e i video wall accesi.

Osteria romana Milano: autentico spirito romano e ricette all’altezza

È l’osteria romana Milano nata dagli stessi titolari della gemella che opera a Roma, e la volontà è quella di riproporre in modo autentico spirito e cucina della “casa madre”. L’ambiente è semplice, trattoriesco, con una saletta con i tavoli in legno apparecchiati con tovagliette di carta e le bottiglie in esposizione ad arredare. Il personale non è “romano de Roma”, ma chi vi seguirà, sarà cordiale e attento (a pranzo, quando il locale si riempie di persone dei vicini uffici, il servizio è di solerzia fin troppo meneghina, ma la clientela che ha poco tempo per la pausa pranzo, apprezza).

All’interno dell’osteria romana Milano, tra le atmosfere chic degli interni e il rinnovato dehors, si possono gustare il rombo con carciofi e patate, le mazzancolle alla romana e il baccalà in diverse forme: fritto in pastella oppure in umido, con cipolla, pinoli, uva passa, olive e pomodoro. Immancabili sono poi i piatti iconici come gricia, carbonara e saltimbocca.