Le valvole a farfalla sono valvole dotate di un otturatore a disco che ruota attorno ad un’ asse normale alla direzione del condotto in cui sono state installate. Le valvole hanno la funzione di intercettare o di parzializzare il passaggio del fluido/gas veicolato. In particolare, quelle a farfalla vengono utilizzate quando non sono necessarie grandi precisioni di regolazione e si richiede una perdita di carico limitata. I campi più comuni di impiego per le valvole a farfalla consistono negli impianti di trattamento e distribuzione dei fluidi di processo in applicazioni industriali, agricole ed agroalimentari, per gli impianti idrici di riscaldamento, condizionamento ed antincendio ed in impianti navali.

Nel funzionamento dei moderni motori a combustione interna, la gestione della quantità dell’aria in aspirazione è oggi un aspetto tecnico fondamentale: a riguardo analizziamo quei componenti preposti alla gestione del flusso dell’aria, e cioè le valvole a farfalla e quelle modificatrici del flusso. L’azionamento delle valvole a farfalla può essere realizzato meccanicamente attraverso un cavo che mette in comunicazione il corpo farfallato e il pedale dell’acceleratore. Oppure attraverso un potenziometro posto sul pedale dell’acceleratore che invia un segnale alla centralina che elabora il dato e lo converte in modo da pilotare l’attuatore elettronico posto sul corpo farfallato.

La sua funzione è quindi di fondamentale importanza per un corretto funzionamento del motore. Per cui occorre effettuare una periodica e corretta pulizia dei suoi elementi. La funzione delle valvole a farfalla è quella di regolare il flusso d’aria interno. La valvola, regolata dal comando dell’acceleratore, fa in modo che si generi un maggiore flusso d’aria. Le valvole a farfalla possono essere manuali con il comando a leva oppure motorizzate grazie ad attuatori pneumatici o servomotori elettrici. E’ possibile accessoriare le valvole motorizzate con dei posizionatori pneumatici o elettro-pneumatici, tramite dei finecorsa e/o sensori induttivi o magnetici.