Anche detti CND o controlli NDT, si tratta di esami, prove e rilievi condotti impiegando metodi che non alterano il materiale e non richiedono la distruzione o l’asportazione di campioni dalla struttura in esame finalizzati alla ricerca e identificazione di difetti della struttura stessa. Tecnologie innovative rendono i controlli non distruttivi strumento chiave sia per la verifica delle caratteristiche tecniche dei prodotti e attrezzature industriali che per la verifica dello stato degli asset esistenti. Tali tecniche di controllo si rivelano essere essenziali sui semilavorati, prodotti e strutture di diverse dimensioni, perché permettono di evidenziare e individuare eventuali cricche o punti di discontinuità prima di proseguire nella lavorazione.

E’ evidente quanto questa tipologia di controllo sia fondamentale nella meccanica moderna, che si affida sempre più frequentemente ad approcci di tipo damage-tolerant: nel componente è tollerata la presenza di un difetto di dimensioni note, oltre il quale il componente viene considerato insicuro. Possono inoltre essere utilizzati nei controlli in linea, ad esempio a valle di un processo che presenta rischi di integrità per i materiali. I CND si applicano, con diverse tecnologie, a materiali metallici, non metallici e compositi.

Lo scopo dei controlli non distruttivi, come quelli effettuati dall’azienda Antonio Bovo Srl, è infatti osservare una triplice procedura di analisi, le cui fasi sono: rilevazione del difetto o dell’assenza di esso; caratterizzazione del difetto con definizione della sua natura, e quindi definizione della sua accettabilità o meno; dimensionamento del difetto, che deve essere precisamente misurato. Identificata la difettosità presente nel manufatto, è possibile a fronte delle prescrizioni di una normativa o di requisiti contrattuali stabilire se la presenza del difetto nella struttura è accettabile o non accettabile. I mezzi a disposizione e l’affidabilità permettono di operare in un vasto raggio nazionale garantendo una notevole rapidità di intervento presso le differenti realtà organizzative con le quali collabora l’azienda.