L’agenzia di comunicazione possiede tutte le competenze necessarie per dare risalto all’attività e all’immagine del cliente attraverso i mezzi di comunicazione adeguati allo scopo. Un’agenzia di comunicazione efficiente ed efficace è in grado di trasformare le esigenze del cliente in azioni concrete, come ad esempio la richiesta di maggiore visibilità per riuscire a vendere di più. Il cliente infatti è seguito a partire dalla fase di strategia nella quale si definisce e si identifica, attraverso l’analisi di mercato, il target di riferimento; allo scopo di stabilire i mezzi di comunicazione più efficaci per il target.

Al contempo l’agenzia si occupa di analizzare diversi mezzi di comunicazione e valutare l’audience e i presunti obiettivi dei singoli veicoli. Il suo lavoro risiede nel più ampio e complesso studio di un messaggio, della sua canalizzazione, e della sua corretta interpretazione ad un target più o meno omogeneo, al fine di massimizzare gli investimenti di promozione (aziendali o pubblici) e rendere comprensibile ed efficace una campagna di comunicazione. Quest’ultima, infatti, è efficace soltanto se raggiunge il target del prodotto di cui sta parlando.

E’ per questo che il lavoro dell’agenzia di comunicazione è diviso in due fasi: una di analisi e una creativa  ed entrambe sono perfettamente complementari per questa ragione: la fase di studio stabilisce qual è il target e i media di riferimento, quella creativa, invece, come sfruttare le loro connessioni nel migliore dei modi. I principali media su cui opera un’agenzia di comunicazione vanno dagli strumenti di comunicazione classici, quali ad esempio la stampa, la radio o la televisione e toccano sempre più da vicino le realtà comunicative della modernità telematica quali ad esempio Internet, i social network, le community, ecc. Per qualsiasi agenzia, scegliere il giusto media su cui operare è qualcosa di complesso e richiede una perfetta conoscenza sia del brief sia del mercato di riferimento.