Una definizione celere del decreto trasferimento immobili è quell’atto giudiziario che rende effettiva la proprietà di un bene immobile da parte di un aggiudicatario che ha partecipato ad un’asta giudiziaria. E’ un atto pubblico che per avere validità deve essere emessa dal Giudice dell’Esecuzione.

Nel codice civile questo decreto è legiferato dall’articolo 586 che prevede anche la cancellazione di ipoteche e pignoramenti presenti sull’immobile una volta che la proprietà è stata confermata. Su questa cancellazione sono stati espressi pareri diversi, alcuni sostengono che non possono avvenire contestualmente ed altri che pensano debbano avvenire nello stesso momento.

Con il decreto immobili oltre alla cancellazione di ipoteche e pignoramenti si palesa anche un’ingiunzione per l’ex proprietario del bene di rilasciare immediatamente l’immobile.

Durante questo procedimento lo stesso giudice potrebbe sospenderlo nel caso in cui pensi che il prezzo pattuito per l’immobile sia troppo basso e lo svaluterebbe. In questo caso anche se c’è stato già il pagamento (che viene restituito) si riapre l’asta e si stabilisce un nuovo prezzo di partenza. La sospensione è impossibile solo dopo l’emanazione del decreto.

Da cosa è composto il decreto trasferimento immobili?

Il decreto trasferimento immobili contiene tutte le informazioni necessarie alla procedura. Per cui trovano posto in questo decreto:

  • Dati anagrafici e personali di debitore e aggiudicatario
  • Dati dell’immobile come gli estremi catastali
  • L’ordine del giudice a cancellare pignoramenti e ipoteche presenti sull’immobile stesso
  • L’ordine di rendere pubblico il trasferimento dell’immobile
  • I dati dell’ufficio giudiziario
  • E il riferimento di delega affidata al professionista delegato

Nel caso in cui il decreto riguardi un terreno, ad esempio, questo deve essere corredato di un allegato che certifichi la destinazione urbanistica. Senza questo allegato il decreto può essere annullato.

Una volta che il decreto trasferimento immobili è stato emesso è necessario richiedere  la registrazione, copia autentica e una copia spedita in forma esecutiva.